22 fiori gialli – estratto

“Troppo casino…” , avevo detto. Non penso ci avesse creduto, ma non aveva chiesto spiegazioni.disegno 19 Il giorno prima di incontrare Noemi avevo fatto le carte ad una ragazza presentatami da un conoscente. Era una di quelle persone che credono che la propria vita dipenda esclusivamente dal soprannaturale, che vogliono dimostrare a se stesse e agli altri di far parte di un disegno trascendente. Era convinta che le avessero fatto il malocchio. Alcune sue “amiche” – mi aveva detto – si erano messe d’accordo per farle del male perché erano gelose di lei. Infatti da quando aveva percepito questa vibrazione negativa il suo ragazzo l’aveva lasciata. Era già stata da un’astrologa, che le aveva detto che erano state proprio le sue amiche a farle un sortilegio per far finire la loro storia. Le chiesi il nome dell’astrologa, e lei con una certa soddisfazione mi disse: – E’ la Maga Miriam. E’ brava, scrive anche per un giornale e quando vai nel suo studio aspetti anche per delle ore, ma quando sono andata io è uscita nella sala d’aspetto, mi ha guardata, e ha capito subito che avevo un problema grave. Mi ha fatto entrare prima degli altri. Le ho spiegato tutto e lei mi ha detto che sicuramente avevo il malocchio, mica come le altre che ci hanno messo un po’ a capirlo. – Era un vecchio trucco adoperato da alcuni pseudocartomanti o sensitivi: escono dallo studio, e quando vedono una faccia nuova… – Sì, lei ha proprio un problema serio; è vero che ha un problema? – Tanto gli altri avrebbero aspettato, ora bisognava accalappiare un nuovo cliente a cui spillare un po’ di soldi. Le feci le carte: Matto al contrario, Luna al contrario, e Torre. Controllai per un eventuale negatività o sortilegio: Eremita al contrario, e Luna al contrario: nessuna negatività, a parte la solitudine in cui lei stessa si stava rinchiudendo. – Non c’è nessuna negatività, nessun sortilegio – le dissi. – Niente? – – No, niente. – Mi guardava fisso, tambureggiando spazientita con una gamba. – Ma sei sicuro? Guarda che sei il primo che me lo dice, allora si sono sbagliati tutti?! – Presi i tarocchi, li riordinai e li riposi dentro la scatola. – Cazzo, ma hai fatto solo due giri di carte, ma sei veramente capace? – – Guarda che i tuoi problemi non hanno niente a che fare con il malocchio, sei solo un po’ depressa… – Non era solo depressa, doveva essere anche un po’ nevrotica, cominciò a insultarmi e a prendersela con il mobilio, con i libri, e infine con i flaconi di olio e diluente che usavo per dipingere. Sì, c’era veramente troppo casino a casa mia per portarci quell’intrigante ragazza. Conclusi che per quel pomeriggio mi sarei limitato a godermi la sua presenza senza più pormi domande. Finii per reiterare quella decisione per molti altri pomeriggi da quel giorno in avanti.

disegno 18

Il tocco degli Spiriti Antichi (Trilogia “oltre i confini” – vol 1)

Il battito della Bestia (Trilogia “oltre i confini” – vol 2)

Il canto delle Forze Ancestrali (Trilogia “oltre i confini” – vol 3)

Introduzione e approfondimento al mondo oltre i confini

22 Fiori gialli

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...