22 fiori gialli (eroscultura, ebook erotico scritto a quattro mani)

disegno 9Max è andato a prendere qualcosa da bere, forse perché mi ha vista preoccupata e intimidita… Ma lei, Laura, ha fatto qualcosa di meglio. La vedo che mi si avvicina, mi guarda… Di nuovo quella sensazione…

Mi piace, mi piace da morire. È molto magra, un po’ più alta di me, capelli nerissimi e incredibili occhi azzurri; deve avere almeno cinque o sei anni più di me, forse è sui ventitré, ventiquattro anni… Perfetta!

– Siediti davanti a me, allarga le gambe, te la lecco come un gelato – mi dice. Mi siedo, mi alza un po’ la mini…

– Ma non porti mai niente qui sotto?- chiede sorridendo; mi viene da ridere, in effetti sono più comoda così, mi da una bella sensazione, ma sono troppo agitata per risponderle. Mi divarica le cosce e mi guarda dritto negli occhi, non sono mai stata così eccitata, mi risuona in testa quella frase, ‘te la lecco come un gelato’ continuo a ripetermi.

Sento la sua lingua fremere mentre lecca i miei umori, il mio piacere, stiamo godendo tutte e due, è uno scambio… Nel frattempo è tornato Max, ci guarda.

Percepisco l’attenzione di entrambi confluire fra le mie gambe: questo supera qualsiasi cazzo mi abbia penetrata.

Godo in modo nuovo, indescrivibile.

Il tempo di riprendermi, e ricordo che ogni volta è nuovo e indescrivibile.

E quasi ogni volta finisce troppo in fretta questo torpore che porta fuori dal mondo.

Mi giunge quasi in sordina la voce di Max che ci chiede di spogliarci.

Realizzo che non è ancora finita, un brivido mi percorre la schiena.

Laura sorride, si alza e inizia a slacciarsi i jeans, io glieli tolgo.

Ora ha indosso soltanto un paio di mutandine sottili, color carne, attraverso le quali vedo già l’attaccatura alta del pelo ricciuto e folto.

Immagino per qualche secondo, poi guardo, infine lecco.

Laura gode spalmando il suo sesso sulla mia lingua, mi freme in faccia, mi sporca… Mi riporta in quello stato in cui il mio corpo sembra un fuoco ma non desidera altro che nuovo calore.

Ansimando mi spinge a terra e comincia a baciarmi ovunque spogliandomi completamente, finché ci troviamo nude e strette l’una all’altra. Sembra quasi mi abbia letto nella mente, consapevole che ancora non voglio staccarmi da lei.

Mi sento invasa dalla sua tenerezza. Max si limita a guardare. Non so perché lo faccia, ma è meglio così, non può andare meglio di come sta andando.

Laura mi chiede se possiamo spingerci ad una forbice,io mi sento stupida, ma devo chiederle cosa intende dire.

Mi risponde: – Figa contro figa –

Suona straordinariamente bene.

Si gira, incrocia le mie gambe con le sue e comincia a strusciarsi contro di me. Impazzisco letteralmente di piacere.

Non appena si ferma mi tolgo da lì.

Sono a posto, sono certa che anche lei lo sia, e di sapere se Max ha in mente dell’altro m’importa poco.

Succede sempre: mi eccito fino a non capire più nulla, poi ricordo all’improvviso cosa accade nel mondo circostante. In questo caso, le cose stanno più o meno così: siamo nel piccolo studio di Laura, lei fa l’estetista qui in palestra.

Max è uno dei soci che gestisce l’intera struttura. È un omuncolo bassino e palestrato che riesce sempre a trovare qualche minuto per parlare con me da solo e raccontarmi le sue prodezze in campo sessuale. Non so bene cosa sia stato per lui quello che è appena successo tra me e Laura, ma so quello che è stato per me: una sfida, un’aperta sfida che ho accettato con orgoglio e vinto con disinvoltura.

D’altra parte, in tutto ciò, ho un minimo di rispetto per il guardone erotomane che ora mi fissa divertito, non voglio metterlo nei guai.

Uscirò da questa condizione tra circa sei mesi, ma fintanto che sono minorenne credo sia il caso di salvare le apparenze. Almeno quelle altrui.

Mi rivesto in fretta, lascio a Laura l’onere di sistemare tutto, esco senza salutare e cammino verso lo spogliatoio.

Giorgia è ancora lì. Ancora sta smanettando con il cellulare, come se niente fosse.

– Com’è andata la pulizia del viso? – chiede maliziosa.

Lei sa, è l’unica che sa sempre tutto.

– Il mio viso ora è pulitissimo! – le rispondo sorridendo e ricevendo in cambio una smorfia schifata.

– E tu con chi stai chattando? – provo a cambiare argomento – ancora Alessandro? –

Invece di rispondermi Giorgia resta in silenzio per qualche secondo.

Non resisto alla tentazione, sbircio:

 – Davvero leggi le carte? – recita il suo ultimo messaggio, inviato a un tal “Ermete Trimegisto”.

La guardo interrogativa, lei chiude la chat di facebook imbarazzata.

– Abbiamo lezione di danza funk, andiamo? – prova a sviare.

Mi fissa con un sorriso tiratissimo, poi il suono di una notifica la fa quasi sobbalzare.

– Dipende da chi me lo chiede… – risponde il presunto cartomante.

disegno 8Giorgia decide di mettersi a chattare con lui, incurante del fatto che vorrei almeno uno straccio di spiegazione riguardo a questa novità.

Sento che farei bene a lasciarle la sua privacy, ma è più forte di me: resto a curiosare, ripeto ad alta voce quello che scrive:

Mi chiamo Giorgia. Abito in provincia di Torino, nella zona montana, dove ci sono tutte le località sciistiche, dove dicono che sono atterrati gli alieni per intenderci. Ho diciassette anni e qualche domanda da farti, se ti va… –

– Doveva succedere, prima o poi: sei diventata matta anche tu. – commento.

Giorgia sorride, sembra si stia divertendo… e io non posso che sperare che si tratti solo di questo.

Inizio finalmente a cambiarmi e indosso la tuta da ginnastica, di tanto in tanto mi cade l’occhio sulla mia unica amica che riempie di domande un perfetto sconosciuto con uno strano pseudonimo.

Non posso certo farle la morale: io faccio di peggio, e lei lo sa.

Il tocco degli Spiriti Antichi (Trilogia “oltre i confini” – vol 1)

Il battito della Bestia (Trilogia “oltre i confini” – vol 2)

Il canto delle Forze Ancestrali (Trilogia “oltre i confini” – vol 3)

Introduzione e approfondimento al mondo oltre i confini

22 Fiori gialli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...